Palermo, piano manutenzione strade: a disposizione fino a 46 milioni per coprire le buche

buche

Il sindaco di Palermo Roberto Lagalla, l’assessore alle Opere pubbliche Salvatore Orlando e l’assessore al Verde Piero Alongi nel corso della conferenza stampa che si è tenuta venerdì a Palazzo Palagonia hanno illustrato il piano di manutenzione che riguarderà le strade e i marciapiedi del territorio comunale con un maggiore occhio di riguardo alle buche.

«Da quando l’Amministrazione, grazie anche al lavoro svolto dal Consiglio comunale, è riuscita a completare l’intenso e difficile percorso necessario per riallineare il Comune dal punto di vista contabile, si è subito attivata su uno dei temi più sentiti dai cittadini, quello delle manutenzioni stradali. Già da qualche mese i cantieri sono partiti e alcune strade sono già state rifatte. Ci stiamo muovendo secondo una strategia che prevede tre azioni: quella degli interventi su interi assi stradali, gli interventi puntuali e il pronto intervento.

I cantieri non si sono mai fermati e molti lavori si stanno effettuando di notte. Già dai prossimi giorni inizieranno nuove opere con l’obiettivo di riasfaltare, entro la fine dell’anno, buona parte degli assi principali della città, da nord a sud e da est a ovest. Si tratta di un piano messo in piedi dall’Amministrazione e, in particolare, dall’assessorato alle Opere pubbliche e dagli uffici tecnici, che ringrazio, che punta a colmare una totale mancanza di strategia e di manutenzioni durata vent’anni.

A questi lavori si aggiungono anche gli accordi quadro, che riguarderanno le opere sui marciapiedi distrutti dalle radici degli alberi, dei quali si occuperà il Settore verde, e le manutenzioni nelle strade e nelle piazze del Centro storico”, afferma il sindaco Roberto Lagalla.

Un sindaco nervoso: “Oggi rendiamo conto alla città di tutto quello che l’Amministrazione sta facendo per rendere le strade più sicure. Non solo mancavano i soldi, mancava pure una struttura, un ufficio che si occupasse di questo settore ed è giusto che la gente lo sappia. Così come deve sapere che l’Amministrazione non sta procedendo alla cieca o alla rincorsa delle singole emergenze, ma con una strategia ben precisa.

Sappiamo che ci vorrà del tempo, ma siamo partiti con le manutenzioni delle strade e non ci stiamo fermando. Per l’inizio del nuovo anno scolastico e prima della fine dell’anno puntiamo a dare un nuovo aspetto alle strade della città, a cominciare dagli assi più trafficati“, dichiara l’assessore alle Opere pubbliche Salvatore Orlando.  

Fondi e interventi

Tre le fasi del piano intervento di manutenzione stradale: il pronto intervento, necessario a tappare le buche che si formano nei tratti più ammalorati; i cantieri su interi assi stradali, che coinvolgono alcune tratte specifiche; infine, alcuni interventi mirati su una serie di vie con maggiori necessità d’intervento.

Oltre al pronto intervento – ha detto Lagalla – il piano prevede lavori su interi assi stradali, ripristino di ammaloramenti segmentali che impegna i soldi disponibili su un accordo quadro capiente fino a 46 milioni, e la copertura delle buche“. Poi il primo cittadino ha aggiunto che ci saranno maggiori controlli: “Abbiamo prodotto un regolamento per il controllo dei cantieri, anche quelli supportati dalle aziende Partecipate. Ci sarà una maggiore vigilanza per evitare interferenze“.

Il piano di interventi, alcuni già in corso altri in programma, riguarda il collegamento Porto-Circonvallazione per  1,7 milioni; l’asse Tribunale-Notarbartolo per 800.000 euro; via Roma; il raccordo fra Ospeldale “Di Cristina” e Foro Italico, per 500.000 euro, e via Castelforte 800.000 euro. E via Libertà con un costo complessivo di 500.000 euro. E infine l’asse Lincoln-Piazza XIII Vittime, per un importo di 200.000 euro, e quello fra via Montepellegrino e il cimitero dei Rotoli, per una somma di 500.000 euro.

Ai lavori sulla manutenzione stradale saranno affiancati degli interventi di riqualificazione urbana che saranno seguiti dall’Assessore al Verde Pietro Alongi. Interventi per 4,9 milioni di euro che saranno destinati all’eliminazione delle interferenze generate dalle alberatur, come avvallamenti. In questo caso particolare occhio di riguardo alla via Monte San Calogero. I lavori si svolgeranno tra la notte e il giorno, questo per cercare di creare meno disagi possibili alla cittadinanza. Un primo bilancio, come specificato dall’assessore Orlando sarà fatto a ottobre sulla situazione degli interventi.