Palermo, morto l’uomo accusato di avere ucciso la madre a martellate

madre

Maurizio Amoroso, l’uomo accusato di avere ucciso la madre a Borgetto, è morto all’ospedale Civico a causa di un arresto cardiaco probabilmente causato da un attacco epilettico. L’uomo soffriva di problemi fisici e psichiatrici ed era ricoverato in regime detentivo.

L’omicidio della madre avvenne lo scorso maggio in casa a Borgetto. A Maria Benfante, 89 anni, sarebbero stati inferti diversi colpi di martello in testa. Amoroso, che viveva insieme alla donna, fu fermato poco dopo e successivamente arrestato con l’accusa di omicidio. Ad accorgersi dell’accaduto fu una delle figlie che abita al piano superiore della villetta. Ha sentito le urla della madre, ma quando è arrivata in casa era troppo tardi.

Subito dopo la tragedia, i fratelli e le sorelle avevano dichiarato: “Non so cosa sia scattato nella sua mente, nostro fratello amava nostra madre”. I funerali si terranno domenica nella chiesa di Maria Santissima Annunziata di Partinico. Con il decesso dell’uomo si estingue il procedimento a suo carico.