Milano, aggredì passanti con il Corano in mano: espulso

domiciliari

La polizia ha espulso un egiziano di 33 anni, arrestato per lesioni con finalità di discriminazione razziale.

Il 14 ottobre, in viale Monza, a Milano, l’uomo era stato fermato dagli agenti per aver aggredito i passanti con in mano un Corano. Una volta a bordo della volante, il 33enne iniziò anche a inveire contro gli agenti, urlando, in stato di agitazione, frasi come: “Siete miscredenti, ebrei, dovrete rendere conto a Dio”.