Controlli nelle zone della movida, un sequestro e sanzioni per oltre 13mila euro

studentesse

In attuazione delle direttive del Ministro dell’Interno e sulla base delle strategie di intervento condivise in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, anche nel corso di questo week end, sono proseguiti i servizi straordinari di controllo del territorio collegati al protocollo di sicurezza denominato Alto Impatto.

Anche in considerazione dei recenti fatti di cronaca, sono stati approntati mirati servizi straordinari del territorio ad “Alto Impatto”, che hanno interessato soprattutto la zona alta di via Maqueda, con particolare attenzione alle vie Torino, Vicolo S. Rosalia, via delle Pergole e zone limitrofe, con l’obiettivo di prevenire e reprimere, ogni genere di illegalità e  soprattutto episodi di violenza che generano percezione di insicurezza negli utenti che frequentano quelle aree.

Nel corso delle operazioni sono state schierate aliquote di unità operative garantendo, attraverso il personale della Polizia di Stato, (personale della Squadra Mobile, Del Reparto Prevenzione Crimine, dei Commissariati di P.S. “Oreto e Brancaccio”)dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, coadiuvati da personale dell’Asp, ognuno per i settori di competenza, una significativa presenza sul territorio.  

In particolare i servizi si sono dispiegati lungo ed attorno agli assi viari di via Maqueda, nel tratto compreso tra piazza Villena e piazza Giulio Cesare, nonché in tutte le strade affluenti, compreso lo storico mercato di “Ballarò”, tuttiitinerari particolarmente frequentati da astanti ecaratterizzati dalla presenza di esercizi dalla diversificata offerta commerciale.

Le zone sono state controllate capillarmente, così darendere tangibile il senso di sicurezza in un’area ove l’alta densità di siti turistici rischia di attirare anche malintenzionati inclini a reati predatori.

Durante quest’ultimo fine settimana, ben 6 gli accessi ispettivi effettuati in relazione ad altrettanti locali.

In uno di essi, ubicato in zona sono state riscontrate irregolarità e violazioni che hanno comportato sanzioni amministrative per un importo complessivo pari a 8000,00 euro. Nello specifico, le irregolarità amministrative rilevatesono connesse alla mancanza di Scia Comunale con sanzione amministrativa pari a 5000,00 euro e la mancanza di Scia Sanitaria con sanzione amministrativa pari a 3000,00 euro. Il locale alla luce delle predette irregolarità contestate è stato pertanto sottoposto a squestroamministrativo.    

In un locale di via Maqueda sono state rilevate, a seguito di controllo, irregolarità relative a carenze igienico sanitarie e strutturali, per un ammontare pari a 1000,00 euro.

In un altro esercizio commerciale sottoposto a controllo,oltre alle carenze igienico sanitarie e strutturali (con sanzione amministrativa pari a 1000,00 euro), è stata contestata la non completezza delle schede di autocontrollo, con sanzione amministrativa pari a 2000,00 euro. 

Infine in un altro locale insistente nella zona di via Maqueda,è stata invece contestata la mancata emissione di documenti commerciali e l’omessa installazione del misuratore fiscale, con sanzioni amministrative pari a circa 1000,00 euro.    

Nel corso delle suddette operazioni sono state schierate consistenti aliquote di unità operative che hanno garantito una significativa presenza sul territorio che ha assicurato una cornice di sicurezza intorno alla zona di interesse. Complessivamente, sono state identificate 245 persone, 3 i cittadini stranieri controllati in relazione alla loro posizione nel territorio dello Stato, uno di essi, risultato irregolare, è stato trasferito presso il CPR, controllati 66 veicoli, elevate 3contestazioni al Codice della Strada.

I servizi di controllo del territorio ad “Alto Impatto”proseguiranno nel corso delle prossime settimane.