Turista smarrisce borsello con 5370 euro: giovane capotreno palermitano glielo restituisce

Protagonista un 26enne nativo del capoluogo che, grazie al bel gesto è stato invitato in Francia dalla signora e, come previsto dal codice civile, è stato anche ricompensato".

Spesso al centro della cronaca nera a causa delle rapine e aggressioni ai danni dei turisti, questa volta Palermo viene riabiltata grazie al bel gesto di un 26enne capotreno palermitano. 

La disavventura (ma a lieto fine) ha visto per protagonista una 53enne di Nizza che in questi giorni è in visita ad alcuni parenti a Palermo. L'episodio si è verificato mercoledì pomeriggio. Dopo essere arrivata all’aeroporto di Punta Raisi la donna ha preso un treno per raggiungere Palermo. E' scesa poi alla stazione Notarbartolo senza però accorgersi, fino alla mattinata di ieri, di aver dimenticato, a bordo del treno il suo borsello in pelle contenente, non solo i suoi documenti e le carte di credito, ma anche 5.370 euro in contanti.

UNA RICERCA MINUZIOSA

Demoralizzata e poco fiduciosa in merito alla possibilità di ritrovarlo, la donna di Nizza ha bloccato le carte di credito, senza tuttavia sporgere denuncia presso gli uffici di polizia. "Una circostanza quest’ultima che ha complicato non poco il lavoro della polizia ferroviaria che, pur venendo quasi subito in possesso del borsello smarrito, ha avuto non poche difficoltà per rintracciare la proprietaria - ammettono dalla questura -. Infatti il capotreno del convoglio Punta Raisi-Palermo, un ragazzo palermitano di 26 anni, a fine servizio, una volta arrivato alla stazione di Palermo centrale, dopo aver trovato il borsello sul treno, lo ha immediatamente consegnato agli agenti della Polfer. I poliziotti si sono attivati per contattare la signora indicata sui documenti rinvenuti, appurando tuttavia che non era stata sporta denuncia".

Sono stati necessari ulteriori e minuziosi accertamenti incrociando i dati reperibili su diverse banche dati, tra cui l’anagrafe comunale, per scoprire che la turista era sposata con un uomo originario di Palermo, da tempo non più residente in città. Da qui si è partiti per allargare le ricerche su eventuali parenti del marito, ancora residenti a Palermo, fino a rintracciare la cognata della turista che, tra l’altro, era proprio sua ospite.

LA GRATITUDINE DELLA TURISTA

"Grande è stata la sorpresa della fortunata signora quando le è stato comunicato che il borsello con tutto il suo contenuto era stato ritrovato - raccontano dalla questura -. Quando la turista francese si è presentata negli uffici della Polfer ha manifestato soddisfazione ed incredulità per l’insperato ritrovamento. La donna ha rivolto un caloroso apprezzamento per il lavoro svolto dalla polizia e ha espresso il desiderio di voler ringraziare personalmente il giovane dipendente di Trenitalia. Il ragazzo è stato invitato in Francia dalla signora e, come previsto dal codice civile, è stato anche ricompensato".

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Boom di contagi in Sicilia, Razza «Aumento atteso, lockdown? Non possiamo permettercelo»