Vertenza Sky-Almaviva: si apre uno spiraglio per i lavoratori

L'incontro di oggi promosso dal sottosegretario al Lavoro Steni Di Piazza, ha prodotto una sinergia tra tutti i soggetti imprenditoriali e istituzionali interessati

Si lavora per l'applicazione di una clausola sociale, in data odierna si è svolta la convocazione ministeriale per il cambio di appalto della commessa SKY che coinvolge ALMAVIVA ed il fornitore subentrante COVISIAN. Hanno partecipato alla riunione le OO.SS. Nazionali e Territoriali, le RSU di Palermo e Milano, le aziende Sky, Covisian ed Almaviva, i rappresentanti del Ministero del Lavoro e le Istituzioni territoriali Comune di Palermo, Regione Sicilia e Regione Lombardia.

CLAUSOLA SOCIALE

"È emersa  all'orizzonte oggi la soluzione che auspicavamo da tempo, ovvero l'applicazione della clausola sociale che non lasci indietro nessuna lavoratrice e nessun lavoratore sinora utilizzati in Almaviva per la gestione della commessa Sky". Lo dichiarano il sindaco, Leoluca Orlando e l'assessora al Lavoro, Giovanna Marano, al termine della videoconferenza alla quale entrambi hanno partecipato con il sottosegretario al Lavoro, Steni Di Piazza.

SINERGIA TRA TUTTI I SOGGETTI

"L'incontro di oggi promosso dal sottosegretario al Lavoro Steni Di Piazza, ha prodotto una sinergia tra tutti i soggetti imprenditoriali e istituzionali interessati, aggiornando a tempi brevissimi la definizione dettagliata dell'intesa. Esprimiamo il nostro apprezzamento per il ruolo svolto in questi mesi dal Ministero del Lavoro e ribadiamo che l'Amministrazione comunale di Palermo conferma l'impegno a sostegno di un settore così importante per la vita socioeconomica della città". 

"L'intesa che si sta delineando permetterà di dare un contributo, oltre che sul fronte della sostenibilità sociale, su quello di più lungo termine per l'innovazione del settore dei call center che si conferma strategico per il futuro di Palermo".  

OPERAZIONE IN DUE STEP

Massimiliano Fiduccia, rappresentante sindacale della Slc Cigl, sottolinea: "Registriamo rispetto all'ultimo incontro, un concreto avanzamento che metterebbe in salvo il perimetro occupazionale. Certamente, è ancora tutto da definire.
C’è stato, però, - sottolinea Fiduccia a Palermo Live - un passo in avanti rispetto al tema del cambio di appalto di sky. La nuova azienda che subentrerà alla gestione del call center di sky, Covisian, si è mostrata disponibile a trovare delle soluzioni che includano tutto il perimetro delle 308 persone, fra Palermo e Milano, coinvolte in questo appalto. Si sta ragionando sulla possibilità di fare un’operazione in 2 step: una prima parte a luglio e un’altra parte fra qualche mese, dal primo ottobre. C’è ancora una trattativa in corso, il tavolo si riaggiornerà domani per i dettagli".

NOTA DEL SINDACATO
Le OO.SS. hanno registrato un avanzamento concreto sul modello di applicaziome di cambio di appalto già avvenuto in altri territori.

"La trattativa, dopo ampio dibattito, ha visto una convergenza sulla garanzia occupazionale di tutto il perimetro dei lavoratori (254 persone a Palermo e 56 a Milano). Sky ha rivalutato la propria posizione a fronte delle istanze ricevute dal Sindacato e si è formalmente impegnata a garantire l'occupazione presso il nuovo fornitore per *200 persone a far data dal 1 luglio p.v.. - si legge nella nota - Ulteriori 25, verranno impiegate sul sito Covisian di Milano ed assegnate a commesse già esistenti in Covisian". - Le RSU SLC CGIL - FISTEL CISL - UILCOM UIL - UGL TLC ALMAVIVA PALERMO.
I DUE STEP
"A completamento del percorso, 85 persone verranno invece assunte dal nuovo fornitore entro il 1 ottobre 2020* e verranno impiegate in altre attività che Covisian si è impegnata ad acquisire entro la suddetta data. La proposta iniziale era di assunzione entro il 1 dicembre 2020, tale proposta è stata respinta dalle OO.SS. che hanno chiesto al tavolo di accorciare i tempi del secondo step".

Covisian si è impegnata a mantenere *livelli, profili orari e scatti di anzianità* acquisiti dell'intero organico. Il sindacato ha chiesto con forza che il percorso di passaggio da un fornitore all'altro veda come garante *Il Ministero del Lavoro e le Istituzioni Territoriali. La trattativa proseguirà domani, alle ore 14:00, e verranno affrontati tutti i dettagli tecnici e operativi che riguardano il percorso, come eventuali piani formativi, criteri di passaggio.
____________________________________________

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:
Movida Palermo: arriva una nuova ordinanza, cambiano le regole

VISITA LE NOSTRE PAGINE FACEBOOK

ISCRIVITI ALLE NOSTRE COMMUNITY