Scuola, caso positivo al Coronavirus a Palermo: chiuso il plesso per sanificazione

In Sicilia arriveranno i test rapidi per scoprire la presenza o meno del Covid-19. È stato Razza ad annunciarlo

Nell'universo scuola di Palermo si conta un altro caso di Coronavirus. La positiva è una dipendente della direzione didattica "Alessandra Siragusa" di Pallavicino. La buona notizia è che il dirigente scolastico ed il colleggio dei docenti aveva deliberato di aprire il 24 settembre, quindi la persona affetta dal Covid-19 non avrebbe avuto modo di contagiare un numero di persone elevato, tra le quali gli studenti. L'edificio è stato immediatamente chiuso per permettere le operazioni di sanificazione dell'intero plesso. Intanto, Ruggero Razza informa che in Sicilia sono in arrivo i tamponi ad esito rapido.

RAZZA ANNUNCIA L'ARRIVO DEI TEST RAPIDI IN SICILIA

La situazione scuola vive sul filo del rasoio: un positivo, infatti, potrebbe infettare un'intera aula. Per cercare di prevenire i contagi, la Sicilia è pronta a varare il piano B nella lotta al Coronavirus: i tamponi ad esito rapido. Lo ha annunciato Ruggero Razza, assessore alla Salute della Regione Siciliana:

"Stiamo acquistando delle scorte di nuovi tamponi a esito rapido. Si tratta di test che riescono a fornire l’esito in pochi minuti. Ciò permette, in caso di sintomi sospetti, di evitare la procedura che prevede l’isolamento dell’alunno o del docente e la convocazione della famiglia". Il tampone verrà fatto a scuola e, se positivo, il controllo verrà poi ripetuto con un tampone tradizionale avere la controprova del contagio. La Regione acquisterà un numero sufficiente di tamponi per garantire che ogni scuola possa fronteggiare i primi casi sospetti".

VISITA LE NOSTRE PAGINE FACEBOOK

ISCRIVITI ALLE NOSTRE COMMUNITY