I giocatori di serie C minacciano lo sciopero: non vogliono le liste bloccate a 22

I giocatori protestano per la decisione della Lega Pro di ridurre le liste a 22 componenti, e c’è la minaccia di uno sciopero. Inoltre si aspetta anche la decisione della giustizia sportiva su una presunta combine nella scorsa stagione

In serie C il calcio d’inizio del campionato 2020/21 era stato previsto dal Consiglio federale il 27 settembre. Prima ci sarebbe stata la consueta compilazione dei calendari, e per questo  era in programma una diretta televisiva dal palazzo del Coni a Roma. Però nei giorni scorsi  è stato congelato tutto, perché bisogna aspettare gli esiti del processo sportivo che riguarda la presunta combine fra Bitonto e Picerno.

ALTRA INCOGNITA PER LA SERIE C

Ma non è solo questa l’incognita che pesa sull’avvio del campionato della serie C. C’è anche da mettere nel conto lo sciopero minacciato dall’Assocalciatori calciatoriche, che protesta contro la regola che prevede un massimo di ventidue elementi nelle liste per i calciatori che si possono impiegare nel campionato di Lega Pro 2020/21. Questo stato di cose provoca gravi problemi nei club, che devono ancora programmare le trasferte, devono organizzarsi con le prenotazioni alberghiere e con tutto quanto occorre per spostarsi da una regione all’altra in un periodo di protocolli anti coronavirus.

PARLA PELAGOTTI, DELEGATO AIC

Nell’edizione odierna di Repubblica edizione Palermo, è riportata l’opinione sull’attuale situazione di Alberto Pelagotti, delegato dei rosanero per i rapporti con l’Aic: «Ne abbiamo parlato sia con il direttore che con la squadra ─ ha detto il portiere ─. La nostra idea è quella di provare a riportare almeno le liste a 25 calciatori. Questa è una norma che tocca tutti, non solo il Palermo. Lo dico pensando a quei miei compagni che in questo momento sono a casa e non possono firmare il rinnovo di contratto proprio a causa di questa norma. C’è unità d’intenti con la società. Speriamo di non arrivare allo sciopero e soprattutto che si possa trovare una soluzione a questo problema ».