Sei positivi al Covid a Misilmeri, il sindaco chiude le scuole

L'ordinanza comunale del sindaco prevede regole ferree anche per attività commerciali e ricreative.

Il sindaco di Misilmeri, Rosalia Stadarelli, ha emanato un'ordinanza comunale in seguito al focolaio covid che si è verificato a Misilmeri. Sono già sei i casi accertati ma diversi tamponi sono stati effettuati e i contagi potrebbero essere molti di più. In attesa di conoscere gli esiti il primo cittadino del paesino alle porte di Palermo ha intanto deciso di correre ai ripari per evitare il propagarsi dell'epidemia. 

SCUOLE CHIUSE

La decisione più eclatante è la chiusura delle scuole con decorrenza immediata, fino al 27 settembre 2020: il provvedimento riguarda tutti gli istituti scolastici di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale. Il sindaco invita inoltre i Dirigenti scolastici a porre in essere le idonee iniziative finalizzate a garantire la continuità scolastica, ovvero le lezioni tramite web. 

Saranno inoltre chiusi dalle ore 22:00 le sale giochi, le sale scommesse e i locali assimilati, le palestre, gli impianti sportivi e le scuole di ballo. 
Ai titolari e ai gestori di attività di ristorazione (bar, pub, ristoranti, pizzerie e gelaterie) viene imposto di effettuare esclusivamente il servizio ai tavoli nel rispetto dello stazionamento della clientela nei relativi locali e aree di pertinenza, secondo la normativa vigente e le linee guida anticovid o, qualora non fosse possibile, di effettuare il servizio di consegna a domicilio e attività di asporto solamente per i cibi cotti ( è escluso l'asporto delle bevande).

È sospeso lo svolgimento del mercato settimanale, l'ingresso ai parchi gioco comunali, i circoli e le associazioni ricreative e musicali. 
Infine, non si potranno svolgere manifestazioni pubbliche di carattere culturale, convegnistico e artistico.