VIDEO - Piazza XIII Vittime: via i braccioli dalle panchine e il senzatetto si commuove

Marco Frasca Polara, VIII circoscrizione: "È solo un gesto di crudeltà e inciviltà verso i più deboli, che non pensavamo di vedere nella città di Palermo".

Palermo città accogliente, nonché, come spesso afferma in maniera virtuosa il suo sindaco, sempre pronta a sostenere i più bisognosi, in questi giorni ha ricevuto un pugno nell'occhio. Sì, perchè i braccioli fatti saldare alle panchine in ferro ubicate nella zona, altro non possono essere considerati. Strade e piazze della città, a causa di una crisi economica divenuta endemica, si riempiono sempre più di persone che non hanno nemmeno più un tetto sotto il quale ripararsi. Neanche si trattasse di animali molesti, nessun dissuasore può essere accettato sotto quest'ottica. Chiaro che, facendo le panchine parte del decoro urbano, vederle utilizzate quali giacigli di fortuna dai cosidetti clochard, da un lato fa stringere il cuore ai più sensibili, dall'altro fa storcere la bocca ai più intransigenti. Ma il problema sta a monte. Una società civile degna di questo nome non dovrebbe permettere che accada tutto ciò. 

Il giaciglio di fortuna, in un'aiuola, sotto l'abero e tra i cartoni

Intervistato da Palermo Live, Francesco Ferrante, un uomo che da 4 anni non ha più un tetto, che a causa delle modifiche apportate alle panchine ha dovuto trascorrere la notte per terra, disteso sui cartoni, arriva a commuoversi per l'interessamento dei media. Per un attimo non si è sentito invisibile, e il potere tornare a distendersi, diciamo più comodamente, è stato per lui una piccola grande conquista. 

FRASCA POLARA: "INTERROTTO UN ATTO DI BARBARIE NEI CONFRONTI DEI PIU' DEBOLI"

"È stato giusto alzare la voce altrimenti quei dissuasori sarebbero ancora lì"- commenta il presidente dell'VIII circoscrizione Marco Frasca Polara, che è intervenuto ieri per richiederne la rimozione. "L'amministrazione Orlando ha fatto male ad assecondare le richieste di alcuni residenti di piazza XIII Vittime. I braccioli sulle panchine non servono a migliorare il decoro né ad allontanare i senzatetto. Sono solo un atto di barbarie, un gesto di crudeltà e inciviltà verso i più deboli, che non pensavamo di vedere nella città di Palermo".

Un fabbro nell'atto di smontare i braccioli in ferro saldati alle panchine

(Intervista al senzatetto di Michele Sardo,  articolo Alfredo Minutoli)

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

TI POTREBBE PIACERE ANCHE

«Brucio tutto, spostate quest'auto»: un uomo devasta la tenda di un clochard