Palermo si candida a Capitale Italiana del Libro 2021

Il Comune di Palermo risponde al bando pubblicato dal Ministero dei Beni Culturali e propone la propria candidatura. Ecco il dossier di candidatura dal nome "Il libro delle Palermo" di 80 pagine

Palermo si candida al titolo di Capitale Italiana del Libro 2021, rispondendo così al bando del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo. La domanda è stata inoltrata dalla Giunta comunale palermitana nell'ultimo giorno utile di presentazione dell'istanza, ovvero il 16 ottobre

«Il libro a Palermo è e sempre più deve essere punto di incontro tra scrittori e lettori, scuola e vita, librai ed editori, librerie e strade - dichiara il sindaco di Palermo Leoluca Orlando - Il libro a Palermo come conferma e simbolo di un continuo cammino di crescita culturale e di rigenerazione umana che utilizza e coniuga analogico e digitale a servizio delle persone".

Il Libro delle Palermo” – questo il titolo del dossier di candidatura -  è stato elaborato a cura del Tavolo di Progetto del Patto per la Lettura della città di Palermo. Al di là della sua utilità immediata per la partecipazione al concorso, costituisce, allo stesso tempo, un documento strategico per le attività del Patto e del Sistema Bibliotecario cittadino. (LEGGI IL DOSSIER - formato pdf)

Quattro Canti - Palermo

Aderiscono alla candidatura della città di Palermo al titolo di Capitale Italiana del Libro 2021, numerose istituzioni e biblioteche. Tra gli altri, l'assessorato comunale alle CulturE, sistema bibliotecario cittadino, la  Consulta comunale delle Culture, la Sispi, il COIME e le Biblioteche aderenti al Polo SBN Pa 1 del Sistema Bibliotecario cittadino.

La scelta di candidare Palermo al titolo di “Capitale italiana del libro” si colloca nel solco della continuità rispetto ai processi virtuosi da tempo attivati e che hanno già portato al conseguimento di traguardi positivi: 2015, riconoscimento Unesco "Palermo arabo-normanna e le cattedrali di Monreale e Cefalù"; 2017, qualifica di "Città che Legge", conferita dal Centro per il Libro e la Lettura del Ministeri dei Beni culturali; 2017, Capitale Italiana dei Giovani 2017; 2018, Capitale Italiana della Cultura; 2019, inserimento nell’Unesco Global Network of Learning Cities.

L'attuale progetto si collega e intende dare seguito a tutte le mete raggiunte e alle attività già avviate nell'ambito della promozione del libro e della lettura.

Il progetto annuale si svilupperà attraverso un calendario di attività che verrà contrassegnato da linee tematiche centrate sulle persone: quelle che operano nella filiera del libro e della lettura e quelle che compongono i vari target di lettori.

Sotto questa chiave di lettura, si potranno esplorare i vari “volti” della città: la Palermo delle Donne, la Palermo della Gente di Mare, la Palermo degli Scrittori, la Palermo dei Millennials, la Palermo dei Nuovi cittadini, la Palermo degli Studenti, la Palermo degli Artisti e così via.