74enne muore e lo mettono in congelatore: si risveglia dopo 20 ore

Ad accorgersene è stato un dipendente di un'agenzia funebre. Erano passate circa 20 ore dalla malsana idea del fratello di metterlo in freezer, e il 74enne ha cominciato ad avere delle convulsioni.

Chiamiamolo un caso di "ibernazione fai da te". E' ciò che è avvenuto a Kandhampatti, piccolo villaggio del Tamil Nadu, in India, dove - come racconta l'Independent - il fratello di un 74enne gravemente ammalato ha creduto bene, credendolo morto, di infilare il consaguineo all'interno di un congelatore in attesa dei funerali. L'uomo però era vivo e la sua famiglia rischia ora dei guai con la legge. Ad accorgersene è stato un dipendente di un'agenzia funebre. Erano passate circa 20 ore dalla malsana idea del fratello di metterlo in freezer, e il 74enne ha cominciato ad avere delle convulsioni.

L'ibernazione fai da tentata dal fratello del 74enne potrebbe costargli la galera

Come testimoniano alcuni video diffusi dalle emittenti indiane, al momento del risveglio il fratello del 74enne avrebbe continuato a credere che l'anziano fosse morto: "Le convulsioni sono dovute al semplice fatto che l'anima non ha ancora lasciato il corpo". Questa l'agghiacciante giustificazione. 

L'uomo, ora ricoverato in ospedale, è ancora in pericolo di vita. Anche i familiari rischiano grosso: la polizia ha annunciato un'indagine per gravi negligenze che hanno messo in pericolo una vita umana.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Il «miracolo cinese»: zero contagi e turismo alle stelle, a livello pre-Covid