Morto il padre dell'ex capitano della Roma Francesco Totti: era positivo al Coronavirus

Enzo Totti aveva 76 anni ed era ricoverato all'ospedale Spallanzani per Covid19

Grave lutto in casa Totti. Era conosciuto da tutti come lo “Sceriffo”, Enzo Totti. Il papà di Francesco è morto dopo essere stato ricoverato all’ospedale Spallanzani di Roma a causa del Covid-19. Figura fondamentale per l’ex capitano della Roma, sempre presente in tutte le trasferte del figlio nei suoi 25 anni di carriera con la maglia giallorossa. Enzo Totti non è riuscito a superare la malattia anche per una patologia regressa: qualche anno fa infatti era stato colpito da un infarto che lo aveva costretto a saltare le trasferte di suo figlio Francesco, quando ancora era giocatore. 

Lo "sceriffo" a Trigoria era amato e conosciuto da chiunque, per tutti gli anni della carriera del figlio portava a ogni compleanno di Francesco - o ricorrenze varie - pizza. Seguiva il figlio ovunque: in trasferta in camper, giocava a carte con i tifosi, non si perdeva un ritiro del figlio in montagna ed era sempre disponibile per una battuta o un consiglio. Era molto legato con il nipote, Christian. Dall’addio di Francesco, Enzo Totti non era più tornato all’Olimpico. Ma alle partite di suo nipote non ha mai potuto rinunciare.

A darne la triste notizia il club giallorosso sul proprio profilo twitter:

Lo scorso 19 marzo, in occasione della festa del papà, l'ex numero 10 della Roma aveva pubblicato sul proprio profilo Instagram una vecchia foto con il papà, a mare. Sotto una frase: "Tutto quello che mi hai insegnato lo sto trasmettendo ai miei figli, i tuoi nipoti. Grazie di tutto papà mio, anzi sceriffo”.

VISITA LE NOSTRE PAGINE FACEBOOK

ISCRIVITI ALLE NOSTRE COMMUNITY