A Monza continua l'incubo della Ferrari, ma il  podio è a sorpresa: c'è un po' d'Italia

Ancora una giornata da dimenticare per la Ferrari: fuori entrambe le macchine di Vettel e Leclerc. Sul podio c'è Italia: primo un pilota francese di una scuderia italiana, la Alpha Tauri, e secondo Sainz, il pilota Ferrari del prossimo anno

Si è chiuso al venticinquesimo giro il Gp d'Italia delle Ferrari. A Monza c'è stato  prima il ritiro di Sebastian Vettel per un problema ai freni  al nono giro, e poi l'incidente al venticinquesimo giro di Charles Leclerc. Brutto l'incidente per  il monegasco, che però è uscito con le proprie gambe dall'abitacolo. Caos in pista, bandiera rossa e monoposto ai box prima della ripartenza. Vettel invece è rientrato ai box dopo che sulla sua vettura si sono notate delle fiamme. Probabilmente c'è stato un problema al sistema frenante della Ferrari nel corso del sesto giro.

«È stato un weekend da incubo, peggiore del previsto. Meglio che non ci siano i tifosi a guardarci», così ha commentato la gara  Sebastian Vettel. «Tenere la testa alta è difficile - ha spiegato il quattro volte campione del mondo a Sky -, ma cerchiamo un finale di stagione degno»

PODIO A SORPRESA

Un podio a sorpresa nel GP d'Italia di oggi Monza. Pierre Gasly con la sua Alpha Tauri si è aggiudicato la vittoria, la prima in carriera, superando anche il favoritissimo Lewis Hamilton sulla sua Mercedes, che alla fine è stato settimo. Il francese ha approfittato di una penalità di 10" inflitta al britannico a metà gara per prendere il controllo della corsa che era saldamente nelle mani del numero uno in classifica. In seconda piazza si è piazzato Carlos Sainz della McLaren, mentre terzo è arrivato Lance Stroll della Racing Point. Costretto al ritiro Max Verstappen. Non ha brillato nemmeno il finlandese Valtteri Bottas, quinto. C'è da dire che in una giornata da incubo per le Ferrari, sul podio c'è stato un raggio di soleitaliano: al primo posto si è classificato primo un pilota francese che però corre per  una scuderia italiana, la Alpha Tauri. Al secondo posto  Carlos Sainz, il pilota che dal prossimo anno guiderà una Ferrari .