Buon compleanno Balestrate: 200 anni tra convegni, mostre, degustazioni e talk show

Si vogliono porre le basi per un appuntamento fisso di grande richiamo che, oltre a esaltare le tradizioni e le peculiarità del territorio, dovrà puntare a obiettivi di offerta qualitativa di condizioni di vita e di offerta turistica.

PALERMO. Le candeline le avrebbe dovute soffiare oltre quattro mesi fa, proprio durante il periodo del lockdown. Ma non è mai troppo tardi se gli anni di vita da festeggiare sono ben 200. Due secoli di storia dalla istituzione del Comune.

BALESTRATE CELEBRA I DUE SECOLI DI STORIA

Stiamo parlando di Balestrate, comune marittimo a circa 50 chilometri da Palermo, che porta indietro le lancette dell’orologio di qualche mese per celebrare, dal 4 al 6 agosto prossimi, il suo compleanno con convegni, mostre, degustazioni e talk show.

Intervistato da Palermo Live, il sindaco Vito Rizzo si dice soddisfatto dell'iniziativa. Una sorta di invito a partecipare alla celebrazione di un territorio di grandi tradizioni oltre che sempre più apprezzato dal punto di vista turistico.

TERRA DEL BUON VINO
 
Una rassegna enologica, il Sicciara Wine Fest, ripercorrerà le orme delle famiglie del vino degli Ingham, dei Florio e dei Woodhouse, storici imprenditori che a Balestrate avevano i loro stabilimenti. Per circa tutto il XIX secolo in questi insediamenti si lavorarono mosto e vino, e dallo scaro di Balestrate i barili imbarcati su bastimenti raggiungevano Marsala, contribuendo per circa il 30% del prodotto totale lavorato per il vino fortificato Marsala.

PASSEGGIATE ENOLOGICHE IN COMPAGNIA DEI SOMMELIER

Nei tre giorni di festival all’interno della piazza principale del paese saranno allestiti i banchi di assaggio di alcune cantine del comprensorio (in calce l’elenco dei partecipanti, ndr), le quali promuoveranno i loro prodotti che potranno essere degustati lungo il percorso enologico, anche attraverso la guida e la consulenza dei sommelier palermitani Luigi Salvo e Marcello Malta. 
Contestualmente alla “passeggiata enologica” in piazza, alle 19 dei giorni 4 e 5 agosto sono previste, a margine della manifestazione, due masterclass a numero chiuso sotto la guida dell’enologo Vincenzo Galante.

COME IN UNA MACCHINA DEL TEMPO

Ad inaugurare la rassegna sarà una mostra di foto dalla fine dell’Ottocento ai giorni nostri, che racconterà le trasformazioni e l’evoluzione del tessuto sociale del territorio balestratese.
Il viaggio all’indietro nel tempo proseguirà durante i pomeriggi con la preparazione dal vivo, da parte di alcune famiglie e panifici locali, di dolci tradizionali secondo le antiche ricette, a cui turisti e curiosi potranno assistere in tutta sicurezza.
Il compleanno di Balestrate, celebrato in maniera intima lo scorso 29 marzo, sarà, dunque, festeggiato adesso grazie agli intenti di un Comitato Cittadino che ha lavorato all’organizzazione sin dai mesi scorsi durante la chiusura totale.

BALESTRATE TRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO
 
Alla sera in via Roma, all’angolo con piazzetta Sant’Anna, avranno luogo dei convegni in cui si ricorderanno usi e costumi di un tempo. Sarà posto l’accento sulla storia dello sport balestratese, si parlerà della tonnara di Sicciara e delle storiche tonnare del golfo di Castellammare con la partecipazione di Ninni Ravazza, giornalista, scrittore ed esperto del mondo delle tonnare per averlo vissuto direttamente.
«Festeggiare i 200 anni di Balestrate era un dovere della comunità – dicono gli organizzatori. Siamo riusciti a mettere in piedi un programma di qualità senza gravare sui costi sociali della comunità balestratese. Proporremo un modello che racconta il passato di Balestrate e che guarda alla qualità del suo futuro. La storia di questo paese è ricca di simboli e avvenimenti importanti che collegano il nostro centro a vicende e protagonisti di primo piano, che non riguardano la sola Sicilia».

IL PRIMO DI TANTI APPUNTAMENTI...NEL RISPETTO DELLE NORMATIVE ANTI-COVID

«Con questa manifestazione, organizzata tenendo conto delle misure di sicurezza previste dalla normativa attuale del Covid-19 – continuano gli ideatori della kermesse - porremo le basi per un appuntamento fisso di grande richiamo che, oltre a esaltare le tradizioni e le peculiarità del nostro territorio, dovrà puntare a obiettivi di offerta qualitativa di condizioni di vita e di offerta turistica».

Elenco delle cantine partecipanti:
Az. Agr. Todaro
Candido
Coppola 1971
Cossentino
Lo Giudice 
Possente
Tenute dei Paladini
Tenute Valso
Vini Longo
Vini Pintaudi