Coronavirus, Boccia: «Dopo Ferragosto, possibili nuove strette»

Il ministro per gli Affari regionali ha fatto il punto sulla situazione

I casi di Coronavirus aumentano esponenzialmente in Italia portando l'indice Rt sopra il livello di guardia (1%) in ben nove regioni. La Sicilia guida questa poco tranquillizzante classifica. Il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, ha detto la sua sulla situazione attuale annunciando, dopo Ferragosto, una stretta su movida e discoteche, ritenute due variabili critiche per i contagi da Covid-19 nel nostro Paese.

LE PAROLE DI BOCCIA SU MOVIDA E DISCOTECHE

Ecco le dichiarazioni, rilasciate a La Stampa, di Francesco Boccia:

"Se i numeri non cambiano sarà inevitabile: la prossima settimana si cercherà di condividere una scelta rigorosa con tutte le regioni. Con i colleghi Speranza e Patuanelliabbiamo fatto un discorso chiaro alle regioni: le discoteche non andavano proprio riaperte, le linee guida del governo andavano in questa direzione. Come sappiamo le regioni hanno una loro autonomia, che hanno anche rivendicato, e quindi si stanno muovendo in ordine sparso".

Numeri poco confortanti: "Purtroppo i numeri non ci confortano, non tanto sul territorio nazionale, quanto sul fronte internazionale. Stiamo ovviamente molto meglio degli altri Paesi europei, ma il virus circola, e dobbiamo tenere alta la guardia. Monitoriamo la situazione ora per ora. Se serve, numeri del contagio alla mano, riconvoco i governatori domani stesso e prendiamo una decisione, anche immediata. Vediamo".

VISITA LE NOSTRE PAGINE FACEBOOK

ISCRIVITI ALLE NOSTRE COMMUNITY