Scala dei Turchi sequestrata, presa d'assalto dai vacanzieri: scatta il blitz

Sono intervenuti i militari della guardia costiera di Porto Empedocle e i Carabinieri. Dall'inizio dell'estate sono state denunciate alla Procura più di 100 persone per violazione di sigilli

Cartelli, transenne e avvisi in ogni dove: tutto questo non scoraggia le tantissime persone che - nonostante il sequestro - raggiungono il luogo. Anche questo week end, proprio come accaduto una settimana fa, decine di persone hanno scelto la Scala dei Turchi per trascorrere una domenica di relax. Molta gente, infatti, aggirando controlli e barriere ha scelto di calpestare la marna bianca con tanto di teli ed ombrelloni. Per allontanarli, sono intervenuti carabinieri e guardia costiera.

Selfie e tintarella. A denunciare l'accaduto è stata l'associazione ambientalista "Mareamico", che ha documentato la presenza di turisti e locali sulla scogliera. La Scala dei Turchi, infatti, non è stata invasa solo da stranieri in cerca di un selfie in uno dei panorami più belli che ci siano, ma anche da agrigentini in cerca di tintarella. 

Dall'inizio dell'estate sono state denunciate alla Procura più di 100 persone per violazione di sigilli. Ma denunce e appelli non bastano a evitare che la costa venga assaltata. Il sequestro scattò per il pericolo crolli dovuto alla instabilità dei costoni rocciosi.

____________________________________
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:
Viadotto Himera, Falcone: «Governo ed Anas brindano al calvario dell'A19 Palermo-Catania»

VISITA LE NOSTRE PAGINE FACEBOOK

ISCRIVITI ALLE NOSTRE COMMUNITY