«Maruzza», donne ed emigrazione: domani la presentazione in piazzetta Bagnasco

Le vicende dì tre madri di Cerda le cui figlie morirono nell'incendio della "Triangle Shirtwaist Factory" di New York vivono nella pagine di "Maruzza" di Vincenzo Muscarella. La presentazione venerdì 24 luglio in piazzetta Bagnasco

Vernerdì 24 luglio, alle 18:00 in piazzetta Bagnasco a Palermo, la presentazione del libro “Maruzza” di Vincenzo Muscarella. Edito da Arianna, con la prefazione di Francesco Tornatore, si tratta del secondo romanzo dell’autore dopo il successo di Damiana.

Maruzza è il primo di una trilogia di romanzi Tri Matri dedicati a Maruzza, Antunina e Marietta, le madri delle tre ragazze di Cerda arse vive nell’incendio delle Triangle Shirtwaist Factory avvenuto a New York il 25 marzo del 1911 in cui perirono diciassette uomini e centoventinove donne.


LEGGI PURE: Mafia, sequestrati beni per un milione di euro a eredi boss di Valledolmo


Attraverso le immaginarie vicissitudini delle tre madri, Vincenzo Muscarella, racconta il contesto sociale, economico e politico della Sicilia sul finire del secolo diciannovesimo che spinse e costrinse prima gli uomini e poi le loro donne coraggiose e orgogliose ad emigrare, sole e con i figli al seguito, verso l’America.

In questo ritrovato contesto cittadino, nel quale le storie si susseguono e si incontrano attraverso tanti protagonisti, si potrà conoscere la genesi del racconto ambientato a Cerda negli anni a cavallo del 1900, che narra di Ciccio, il figlio del farmacista, che si innamora di Maruzza, figlia del contadino più povero, e la sposa con la classica fuitìna. Il padre, Don Vincenzino, fa di tutto per metterli in difficoltà, per poi, con la complicità del trafficante di uomini del paese, costringerli a migrare verso la Merica. Come detto all'inizio, si tratta del primo della trilogia e, poiché i destini di Maruzza, Marietta e Antunina s'intrecciano tra di loro, le storie troveranno i rispettivi epiloghi nell'ultimo libro.

L'evento, promosso da Mondadori Point di via Villareale e dall'associazione "Piazzetta Bagnasco, è a ingresso, come sempre, libero.

VISITA LE NOSTRE PAGINE FACEBOOK

ISCRIVITI ALLE NOSTRE COMMUNITY