Filippi smaschera le «idiozie che circolano sul fascismo» in Piazzetta Bagnasco

«Quando c’era Lui…»: una frase inevitabilmente seguita da un’idiozia. In «Mussolini ha fatto anche cose buone», Francesco Filippi smentisce tutti quei luoghi comuni sul Duce troppo duri a morire

Smontare le bufale messe in circolazione oltre 70 anni fa da Mussolini e dal fascismo. Operazione difficile perché le "storielle" usate durante il Ventennio per rafforzare l'immagine del regime sembrano aver messo radici profonde nella cultura popolare italiana. Oggi con il fascismo di ritorno quelle "leggende" riaffiorano come verità che erano state messe da parte. Per questo è ancora più utile il saggio dello storico e formatore Trentino, Francesco Filippi, "Mussolini ha fatto anche cose buone". Un vero prontuario contro quelle che vengono definite dallo stesso autore come "le idiozie che continuano a circolare sul fascismo".

Appuntamento martedì 25 agosto alle ore 18 con l'autore Filippi, in piazzetta Bagnasco per parlare dei suoi due ultimi libri “Ma perché siamo ancora fascisti” e “Mussolini ha fatto anche cose buone”,  attraverso i quali offre il risultato del suo lavoro di «debunking» sulle numerose e ostinate leggende relative al ventennio fascista .


LEGGI PURE: Migranti, scontro tra Viminale e Musumeci: «Ordinanza legittima, noi andremo avanti»


«Mussolini fu un pessimo amministratore, un modestissimo stratega - scrive Filippi - un economista inetto e uno spietato dittatore, tutt’altro che un uomo di specchiata onestà. Il risultato del suo regime ventennale fu un generale impoverimento della popolazione italiana, un aumento vertiginoso delle ingiustizie, la provincializzazione del paese e infine, come si sa, una guerra disastrosa».

Conclusioni, che nascono dalla semplice ma non scontata analisi della storia, sulle quali martedì pomeriggio Filippi, voce importante nel dibattito sul fascismo in Italia, intratterrà il pubblico sollecitato dalla giornalista-blogger Margherita Ingoglia. A organizzare l’evento è Mondadori Point in collaborazione con l’associazione “Piazzetta Bagnasco”. Ingresso, come sempre, libero e gratuito.

VISITA LE NOSTRE PAGINE FACEBOOK

ISCRIVITI ALLE NOSTRE COMMUNITY