In Sicilia tamponi a tappeto: maxi bando della Regione per 1.000 sanitari

Maxi bando della Regione per selezionare i sanitari che saranno utilizzati per effettuare controlli a tappeto in tutta la Sicilia. Comensi interessanti

La Regione Siciliana ha avviato una selezione per potere disporre di almeno mille sanitari che possano fare tamponi e quindi intercettare il Coronavirus anche fra gli asintomatici. Quindi, per evitare l'espandersi del virus in Sicilia e  un nuovo lockdown. Per questo  il governatore Nello Musumeci e l'assessore alla salute Ruggero Razza hanno avviato una manovra per effettuare una selezione nella fascia sanitaria, e ieri è stato pubblicato un bando dal Politecnico di Messina, che gestirà la selezione.

CHI PUÒ FARE LA DOMANDA PER PARTECIPARE

La Regione ha indirizzato la sua ricerca verso  una vasta platea di medici, infermieri e personale sanitario in genere.  Ecco chi può partecipare alla selezione, come pubblicato dal Giornale di Sicilia. Possono proporsi medici specialisti e convenzionati con le Asp, specializzandi (iscritti a qualsiasi anno di corso delle scuole di specializzazione), medici iscritti a qualsiasi anno di corso di formazione specialistica in medicina generale e emergenza sanitaria territoriale nonché del corso teorico-pratico triennale in medicina di emergenza urgenza CMEU 2020/2022 tenuto presso il CEFPAS. E ancora laureati in medicina e chirurgia, abilitati all’esercizio della professione medica e iscritti agli ordini professionali; laureati in medicina e chirurgia, anche se privi della cittadinanza italiana, abilitati all'esercizio della professione medica secondo i rispettivi ordinamenti di appartenenza. Possono partecipare al bando anche i medici in pensione. 

SPAZIO ANCHE A LABORATORI DI ANALISI ACCREDITATI

Inoltre il bando è aperto anche a collaboratori professionali sanitari e infermieri, biologi e biotecnologi, operatori socio sanitari. E soprattutto è esteso anche alle persone giuridiche e alle strutture private: dunque spazio a laboratori di analisi accreditati, case di cure accreditate, cooperative sociali che potranno così impiegare il proprio personale per svolgere gli screening che la Regione assegnerà.

COMPENSI DA 200 EURO AL GIORNO 

Sono previsti compensi interessanti. I medici verranno impiegati in turni che vanno dalle 8 alle 14 e dalle 14 alle 20. Per ognuno di questi turni, in cui dovranno eseguire almeno 100 tamponi, riceveranno 200 euro lordi. Ma se andranno oltre la quota di 100 tamponi riceveranno un extra di 100 euro. Per gli stessi orari di lavoro gli infermieri riceveranno 120 euro a turno e altri 60 in caso di «straordinario». Gli operatori sanitari verranno pagati 80 euro a turno. Le strutture private riceveranno un compenso analogo per ogni dipendente impiegato. 

CHIAMATE SEMZA GRADUATORIA

La domanda va fatta entro una settimana scaricando il modulo che si trova già sul sito del Policlinico di Messina. Ma va detto che non verrà stilata una graduatoria fra chi avanzerà la propria candidatura. Ciò che verrà fuori è un elenco dal quale le Asp, con la regia dell’assessorato alla Salute, chiameranno volta per volta i medici e il personale sanitario da impiegare.