Le basole per il restyling di via Maqueda ci sono, ma chi le mette?

Per trasformare davvero via Maqueda in una vera isola pedonale, occorre sostituire l'asfalto esistente con una pavimentazione di basole. Sono state acquistate, sono nei magazzini del Coime, ma serve chi possa effettuare la sostituzione

Il Comune nel 2017 aveva stabilito di cambiare il look di via Maqueda, ed aveva stanziato 5 milioni di euro per sostituire, nel tratto compreso da piazza Verdi e i Quattro Canti, l’asfalto esistente con una pavimentazione di basole. Nelle previsioni i lavori dovevano essere completati entro la fine del 2018. Per questo venne indetta una gara per la fornitura del materiale occorrente, che in effetti è andata a buon fine, seppure con un po’ di ritardo, per qualche intoppo burocratico dopo l’aggiudicazione.

MANCANO LE COMPETENZE

Quindi si dovevano solo iniziare il lavori per la sostituzione della pavimentazione. Ma qui sono cominciati gli intoppi. È stato interessato il Coime che, come scrive Repubblica, dopo una iniziale apertura possibilista, si è tirato indietro perché, a suo dire, non ha le competenze per posizionare la nuova pavimentazione. Passa del tempo, si alternano gli assessori, ma la gara per la posa delle basole non viene bandita. Anche perché ci si è accorti che prima  occorre disporre di un progetto, per potere indicare alla ditta che verrà come deve posizionare la nuova pavimentazione. Sono stati interessati gli stessi tecnici dell’amministrazione, ma il tutto si è bloccato per l'emergenza coronavirus. 

CI VUOLE L’OK DELLA SOPRINTENDENZA E L’ACCORDO CON I COMMERCIANTI

Quando il progetto sarà pronto, forse entro l’estate, prima che si possa indire la gara deve però passare all’esame della Soprintendenza. Ma non è finita, perché, come fa notare Repubblica, si deve  trovare anche un accordo con i commercianti, per potere stabilire quando potranno iniziare i lavori, che dureranno circa 8 mesi.

---------------------

VISITA LE NOSTRE PAGINE FACEBOOK

ISCRIVITI ALLE NOSTRE COMMUNITY