Corleone, nel 2017 abusò della figlia disabile: arrivata la condanna

Le confessioni della vittima residente a Corleone, nel 2017, avevano condotto la madre a denunciare il padre alle forze dell'ordine. Nella giornata di oggi è giunta la condanna da parte della Corte d'Appello di Palermo

Si è conclusa con una condanna a 8 anni di reclusione da parte della Corte d'Appello di Palermo la vicenda che ha visto coinvolto un uomo di Corleone, accusato di abusi sessuali nei confronti della figlia disabile. I fatti risalgono agli anni precedenti il 2017, in cui la giovane, allora dodicenne, subì per diverso tempo violenze da parte del padre. La vicenda venne a galla grazie al coraggio della vittima che decise di raccontare l'accaduto alla madre.

L'IMMEDIATA DENUNCIA AI CARABINIERI DA PARTE DELLA MADRE

Inizialmente, la giovane, infatti, fu costretta al silenzio da parte del padre. L'uomo, dopo gli abusi e le violenze alla figlia affetta da disabilità, la minacciava di morte per farla desistere da eventuali confessioni. Nel 2017 però, dopo diversi mesi di abusi, la bambina decise di raccontare tutto alla madre che, immediatamente, denunciò il compagno alle forze dell'ordine di Corleone.

LA PRIMA RICHIESTA DEL PUBBLICO MINISTERO E LA CONDANNA IN CORTE D'APPELLO

A questo punto, la procura di Termini Imerese diede avvio alle indagini. Il pm Daniele Di Maggio, nel mese di maggio dello scorso anno, aveva chiesto 13 anni e 3 mesi di reclusione per l'accusato. In secondo grado, la Corte d'Appello di Palermo, infine, nella giornata di oggi ha confermato la condanna del padre orco, che dovrà scontare 8 anni di reclusione oltre a risarcire la vittima di 30 mila euro

POTREBBE INTERESSARTI

Grave tamponamento in via Perez: 5 automobili coinvolte e un ferito grave

Mondello, tragedia sfiorata: un'imbarcazione investe un surfista

Ciak! A Palermo si gira il film «Il Festino che non c'è»: le strade chiuse da oggi

VISITA LE NOSTRE PAGINE FACEBOOK

ISCRIVITI ALLE NOSTRE COMMUNITY