La leggenda dei Beati Paoli in un tour sulle orme di Luigi Natoli

Il centro storico di Palermo protagonista di un'iniziativa che racconta i luoghi e i personaggi che hanno ispirato lo scrittore, tra gesta occulte, leggende e aneddoti storici

La Palermo misterica del centro storico, raccontata attraverso la leggenda dei Beati Paoli, la setta segreta di incappucciati che difendeva i più deboli dalle angherie dei nobili, nata agli inizi del Novecento dalla penna di Luigi Natoli : suggestioni  e ispirazioni che sarà possibile rivivere in un tour che, all'insegna di una narrazione teatralizzata, restituirà ai partecipanti le atmosfere scaturite dal talento letterario del grande scrittore e storiografo. 
L'ideatore dell'iniziativa è Giuseppe Musso (nella foto) appassionato di storia popolare, innamorato di Palermo, delle sue innumerevoli sfaccettature e dei suoi contrasti: della città, ha studiato il passato e i suoi misteri, avvinto dalla sua indiscutibile bellezza e dal suo fascino. 
"Fra i tanti racconti della tradizione quello che mi ha conquistato maggiormente è il romanzo dei Beati Paoli - spiega - scritto da Luigi Natoli con lo pseudonimo di William Galt". 

"Mio padre - racconta - mi ha trasmesso questa passione: lui, a sua volta, aveva ascoltato le storie da mio nonno e ricordo che la sera, dopo cena, era solito narrarmi qualche aneddoto tratto dal romanzo". 
Le vicende che si susseguono nell'opera natoliana conquistarono così tanto Giuseppe da indurlo ad approfondire il racconto: una semplice ricerca di materiale storico si trasformò dunque in una vera e propria investigazione. 
"Ma non volevo - precisa - che questa passione rimanesse fine a se stessa e un giorno decisi di fare una narrazione a beneficio degli altri". 
Ed è così che, da sei anni, Giuseppe e il suo staff sono impegnati a realizzare e diffondere il racconto dei Beati Paoli attraverso una narrazione teatralizzata, secondo un percorso che parte dalla Chiesa di San Matteo, il punto dal quale si comincia a spiegare chi fossero i Beati Paoli e quali obiettivi avessero, oltre alle loro lotte occulte, gli innumerevoli segreti e i travestimenti astuti della famigerata  setta incappucciata. 
Domenica 20 settembre, sarà proprio Giuseppe a condurre, insieme a una guida specializzata, i partecipanti al tour che si snoda attraverso vie e vicoli ammantati dalla leggenda della setta, con particolare attenzione rivolta al quartiere Capo, teatro delle azioni più avvincenti e terribili.
Il raduno è previsto per le 17:30 presso la Chiesa di San Matteo, in corso Vittorio Emanuele al Cassaro, punto di partenza dell'itinerario: la prima tappa è rappresentata proprio dall'edificio ecclestiastico, con la sua cripta, nella cui sacrestia è ancora oggi presente un famoso passaggio di accesso a un cunicolo che la setta utilizzava. 
Si procederà dunque attraverso i vicoli del mercato del Capo, sino a raggiungere un cortile dove sarà possibile degustare un ottimo cannolo siciliano accompagnato da un bicchiere di vino.

Il tutto, impreziosito da una narrazione ricca di aneddoti, soste in luoghi inediti e dal racconto delle leggende che vi ruotano intorno. 
Il tour, organizzato in conformità con le regole di sicurezza igienico - sanitarie vigenti a partire dall'obbligo di indossare la mascherina e di tenere le distanze interpersonali, si concluderà  alle 20:00 dopo la visita ai cunicoli della catacomba paleocristiana di Porta d'Ossuna
Il costo è di 12 euro, inclusivo di guida turistica abilitata, staff che apre e chiude il corteo, narrazione teatralizzata, ingresso in Chiesa e nella cripta, degustazione e visita alla catacomba. 
Per i bambini fino a sei anni, l' evento è gratuito; per i piccoli dai sette ai dodici anni, invece, il costo è di 10 euro. 
La prenotazione è obbligatoria al numero 392.8908117 (anche whatsapp). 
Possibile prenotare anche su messenger (pagina facebook I Beati Paoli e altri misteri palermitani).